top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

CREMONA

MALDIFASSI 7: dopo una prima partita da spettatore non pagante, torna rapidamente protagonista: oltre ad alcune parate decisive infonde grande sicurezza a un reparto messo duramente alla prova nel corso della partita.
E.MAGGINI 5,5
BRUZZONE 6,5
CAROTENUTO 6
BIANCHI 6,5:
Cappello non è un cliente facile, ma con umiltà e operosità lo limita al meglio. La fascia sinistra è decisamente quella dove il Cremona soffre di meno, e buona parte del merito è sua.
BONATO 7: in assenza di Baroni e Maggini ci si attendeva una gran prova da parte sua, e non ha tradito le aspettative, trovando un gran gol al volo, e non limitandosi soltanto alle giocate di fino.
BAGGIO 7: scandisce alla perfezione il tempo dei flussi di gioco degli arancioni, due tocchi e via, semplici ma fondamentali.
MONDINI 7: in un secondo tempo in cui la sua squadra abbassa notevolmente il baricentro, le sue doti di cucire e strappare risaltano ancora di più rispetto alla prima frazione di gioco. Instancabile ed elegante, un connubio perfetto.
FERRANDO 6,5
TARSIA 5,5
LIGU 6

(Subentrati:VITALE 5,5
BONASERA 5
FRONTINO 5,5
DI FERNANDO s.v.
DE ROSA s.v.)

 

   VITTORINI

RADICE 6,5
BRUNI 6
PIRRI 6,5:
la sua presenza fa ben capire perchè il Vittorini abbia preso un solo gol in 3 partite. Rapido e intelligente, è uno dei pezzi più pregiati della scacchiera biancorossa.
BOELLA 5,5
Fran.BELLANDI 6,5:
argina e riparte ripetutamente per tutta la partita, la sua completezza in entrambe le fasi (soprattutto in quella offensiva) fanno di lui un prototipo di terzino moderno.
GABOARDI 5
BARTOLI 5,5,
STRAZZERA 6:
forse oggi osa meno del solito, e arriva in ritardo a chiudere su Bonato in occasione del solito, ma a livello di continuità ed affidabilità c'è ben poco da imputargli.
CAPPELLO 6
SCOTTI 6
PERONACI 5,5:
quando ondeggia sul pallone è sempre un piacere, ma viaggia un po' a corrente alternata. Pesa soprattutto il gol sbagliato a tu per tu con Maldifassi.

(Subentrati:DI MARIA 5,5
CHON 6,5:
il suo ingresso porta l'elettricità necessaria ad una squadra apparsa un po' anestetizzata a inizio gara. Non fa neanche in tempo a prendere le misure del campo che ha già preso un palo al termine di una grande azione personale. I suoi movimenti risultano di difficile lettura per i difensori avversari.
ZANINI 6
SCAPATICCI 6,5
RASTELLI s.v.)

bottom of page