top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

MORESCHI

YEMANE 6,5
MAENZA 5,5
LUTEA 7:
l'anno scorso era stato tra i protagonisti della cavalcata del Moreschi in semifinale, e sembra avere tutta l'intenzione di ripetersi. Oltre alla solita statuaria tenuta difensiva, dimostra di non aver perso il vizio del gol, firmando di testa il sorpasso decisivo.
SHAMNI 5,5
ARBITRIO 7:
sempre attivo e concentrato, efficace nelle diagonali e nelle sovrapposizioni, come quando arriva sul fondo spedendo un cross delicatissimo sulla fronte di Lutea.
LOSCO 6,5
MAULLU 6,5:
non esce mai dal vivo del gioco, pur non risultando il top della precisione la sua presenza risulta ugualmente di grande utilità per il centrocampo dei suoi.
MINOLA 6
MIRANDA 6
TRECCOZZI 8:
apre le danze di una giornata all'insegna degli eurogol con una giocata semplicemente senza senso: progressione, tunnel, e rasoiata mancina all'angolino basso. Oltre a un armamentario di trucchi di primo livello, è anche fisicamente debordante, e lo dimostrano le innumerevoli volte in cui tiene in apprensione la difesa del Beccaria quando viene lanciato in profondità.
MERLO 7: partner perfetto per le scorribande di Treccozzi, i due giocano molto vicini e si cercano spesso, in un paio di occasioni dimostra di avere ben poco da invidiare al proprio collega dal punto di vista tecnico.

(Subentrati: LOCONTE 6
GUARNIERI 5,5
ROMITO 5,5
LOPANE 5,5
CIACIULLI 6
PRODOMI 6,5
FREY 5,5
ROSSI 5)

 

BECCARIA 

RESCIGNO 6,5
CONTI 5,5
BONFANTINI 5:
giornataccia per il numero 3, che si danna l'anima per riuscire a star dietro a Treccozzi, senza però grande profitto.
MANCIN 6,5: leader della retroguardia, pulito negli interventi e nelle giocate palla al piede, si mette in mostra come uno degli elementi più interessanti della propria squadra.
BAGUINI 5,5
SANJUST 6,5:
si da molto da fare sulla propria fascia di competenza, non esitando a dare il proprio onesto contributo anche in copertura.
GALARDI 6,5
ALIVERTI 5:
le qualità non sembrano mancargli, ma si perde in giocate troppo leziose che fanno perdere tempi di gioco decisivi per la propria squadra, oltre a commettere qualche errore di troppo in impostazione.
RONCHI 6,5
TARTAGLIONE 7:
in ombra per una porzione più che abbondante di gara, prova a ridare un senso alla partita come meglio non potrebbe, trovando il pareggio con una stupenda semirovesciata al volo su calcio d'angolo.
CORNO 5,5

(Subentrati: COMELLI 6,5
CRAPANZANO 5,5
SPADARO 6)

bottom of page