top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

CATTANEO

PEREGO 6,5: anche in una partita in cui rimane a lungo inoperoso rimane ugualmente concentrato e sul pezzo, sventando un paio di occasioni potenzialmente insidiose.
SERAFICO 6
BARONCHELLI 6,5:
viene impiegato ogni volta in un ruolo diverso, ma ciò non gli impedisce di giocare con sempre maggior disinvoltura. Anche al centro della difesa disputa un'ottima prestazione.
OLIVIERI 7: due assist per un difensore centrale non sono certo un evento che capita tutti i giorni. Sfrutta dunque il proprio mancino educato per pennellare dalla bandierina due palloni golosissimi trasformati in oro da Fadoudi.
MOLINARI 6
MESSINA 6
BASSANI 6
PAVESI 5,5
DEGRADA 5,5
FADOUDI 8:
rapido e cinico, tecnico ed astuto, firma una doppietta sfruttando due calci d'angolo, ed è veramente letale quando può puntare l'uomo in campo aperto.
SCOLARI 5,5

(Subentrati: D'AMATO 5,5
DELEDDA 6,5: grande ingresso nella ripresa, in cui porta dinamismo e qualità sulla trequarti del Cattaneo che con lui in campo aumenta esponenzialmente la propria pericolosità.)

 

PASOLINI

LAZZARIN 5,5: luci ed ombre per il portiere del Pasolini, che ha più di qualche responsabilità sui gol subiti, in particolar modo il terzo, ma che riesce lo stesso a metterci parzialmente una pezza con qualche intervento risolutivo.
BRUSONI 6 
FARAG 5:
decisamente in affanno quando deve difendere con tanti metri di campo alle spalle, specie se ad affrontarlo è Fadoudi, viene scioccamente espulso per doppia ammonizione, e sarà costretto a saltare gli ottavi di finale.
BRAMBILLA 6: centrocampista di ruolo, ma difensore centrale per un giorno, nonostante non sia un fulmine non se la cava malaccio, mettendo sul piatto la propria possenza fisica.
VERRONE 5,5
ARDEMAGNI 6
ROSINI 5,5
PICI 6
ZUMPANO 5,5
MARIOLI 6:
volenteroso e instancabile, finisce spesso a sbattere contro la rocciosa difesa avversaria, ma lotta su ogni pallone agendo di fatto da primo difensore.
ZAPPALA' 7: inizialmente non sembra essere proprio la sua giornata, tra errori tecnici anche banali e una manovra del Pasolini che stenta a spiccare il volo. Trova però una rete molto bella per tempismo, e soprattutto dall'enorme tasso di decisività; è infatti grazie a lui se il Pasolini riesce ad accedere alla fase a eliminazione diretta.

(Subentrati: BOUZID 6
BONFANTINI s.v.)

bottom of page