top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

CATTANEO

LEMBO 7,5: in una partita avara di grosse occasioni disinnesca la chance più ghiotta avuta dall'Einstein, respingendo il destro a botta sicura di Scarpa. Indovina 2 rigori su 3, parandone uno, e portando su un vassoio d'argento una buona fetta di qualificazione.
SEFERI 6
OLIVIERI 6,5:
partita di grande solidità e applicazione, rispetto a Castellani rimane soprattutto a presidio dell'area di rigore, senza sbagliare praticamente un colpo.
CASTELLANI 7,5: non si contano le mareggiate offensive dell'Einstein infrantesi sullo scoglio con la maglia numero 5, che spesso ruba anche l'occhio per le proprie sortite in avanti. Non poteva che essere lui a siglare il rigore decisivo.
BARONCHELLI 6,5
BASSANI 6
COSMAI 5,5
D'AMATO 6
DELEDDA 7:
trequartista atipico, i suoi movimenti risultano spesso illeggibili per la difesa avversaria. Impreziosisce la propria partita recuperando diversi palloni e non tremando dal dischetto. 
FADOUDI 6,5: ondeggia tra la fascia sinistra e il centro dell'attacco, creando più di un grattacapo a tutti quelli che gli capitano a tiro. Per continuità nel corso del match, è indubbiamente il più pericoloso del Cattaneo.
PAVESI 6

(Subentrati: DEGRADA 6
BRIANI 5,5
SERAFICO 6)

 

EINSTEIN

TUCCI 6
PECORARO 6
FERRARI 6,5:
il rumore sordo della traversa su cui va a infrangersi il suo tiro dagli 11 metri è l'unico passaggio a vuoto di un match disputato da grande protagonista. Meritava indubbiamente un finale migliore.
MANGANARO 6
PALMIERI 5,5
M.NICORA 6
SCARPA 5,5
D’AVINO 6,5:
soprattutto a inizio gara, la sua fisicità è un fattore nei duelli a metà campo. Tuttavia è umano anche lui, e non riesce a mantenere lo stesso livello d'intensità per tutto il resto della gara.
SAVATTERI 6
BALZANO 6,5:
non risulta pungente in fase di conclusione, ma ne si apprezza il contributo nella rifinitura e nella tessitura del gioco. La principale occasione da gol dell'intera partita nasce da una sua grande invenzione in piena area di rigore.
STELLA 6,5: nominalmente punta, di fatto arretra sempre di più il baricentro per toccare il maggior numero di palloni possibile. Non sarà stato il giocatore più aguzzo del torneo, ma in una classifica comprendente i più talentuosi non mancherebbe di certo; i crampi lo estromettono anzitempo dal match.

(Subentrati: SHABLAKOV 5,5
BARBONI 6,5:
arriva sul luogo del possibile delitto, piazzandosi sulla fascia di Fadoudi. Indossa una maschera Osimheniana che, oltre a proteggergli il volto, gli conferisce anche un'aura gladiatoria, perfettamente in linea con una prestazione di grande sacrificio e fatica.
COLOMBI 6
MEUNIER 5,5
ARDIA 6)

bottom of page