top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

BECCARIA

CASAMENTO 5,5
BONELLI 5,5
RANA 7:
Radollovich lo attira fuori posizione in occasione del primo gol del Severi, ma escludendo quella singola occasione è semplicemente impeccabile dal primo all'ultimo minuto.
MANCIN 6,5
BONFANTINI 6
CONTI 6
CRAPANZANO 6
ALIVERTI 5:
la prestazione di per sè non è affatto male, seppur meno impattante rispetto alle ultime due partite. Il calcio tuttavia è fatto anche di sliding doors, e la scelta di tirare il rigore a cucchiaio è la pietra tombale sul cammino del Beccaria.
SANJUST 6,5
CORNO 7:
bussola offensiva dei biancoblù, si muove molto lungo tutto il fronte d'attacco, e si dimostra uno specialista di primo pelo dagli 11 metri, battendo Riello sia nei tempi regolamentari che negli shoot-out finali
RONCHI 7: contro una difesa arcigna e organizzata come quella del Severi servono inventiva e rapidità, di cui dispone in abbondanza. Nella ripresa è in continuo crescendo, fino al gol del pareggio definitivo, nato da una sua grande invenzione.

(Subentrati: AGRATI 6,5
CAPUTO 5,5
TARTAGLIONE 6,5:
entrato verso la fine in condizioni fisiche precarie, mette ugualmente lo zampino sul gol del 2-2, e trasforma impeccabilmente il proprio penalty.
BARATTI 5,5
COMELLI 6)

SEVERI CORRENTI
 

RIELLO 7,5: i tempi regolamentari, in cui chiude la porta in faccia a Mancin con una parata inconcepibile, sono solo l'antipasto di un pomeriggio da assoluto protagonista. Il duello col capitano del Beccaria si ripropone infatti ai calci di rigore, dove riesce nuovamente ad avere la meglio, neutralizzando un tiro tutt'altro che brutto sulla propria sinistra. Regala poi di fatto il passaggio del turno ai suoi, non abboccando allo scavino di Aliverti.
CATTABENI 6
LAUDACINA 7:
a una tecnica non eccellente compensa con un gran senso della posizione, oltre che col coraggio di rischiare interventi potenzialmente dannosi, risultando altresì sempre pulito ed efficace. 
DIOP 7: in una partita di grande protagonismo da parte dei 4 centrali delle 2 squadre, è forse quello che spicca di più per potenza e capacità di lettura dell'azione. Lo dimostra ad esempio salvando sulla linea di porta un tiro a botta sicura di Corno, oltre che in innumerevoli altre occasioni. Dopo aver segnato su rigore nella prima partita si riconferma freddissimo dal dischetto.
ELSAHLI 6
MAURETTO 6,5
COMINELLI 6,5
SCIACCA 7,5:
forse non è il più continuo all'interno della gara, ma è una sentenza in ogni singolo momento decisivo; prima porta in vantaggio i suoi con un grande inserimento abbinato a una finalizzazione non banale, poi serve a Radollovich il pallone del 2-1, e infine mette a segno il rigore che fa da passepartout per i quarti di finale.
FACCONI 6
RADOLLOVICH 7,5:
l'attitudine per il colpo a effetto non gli manca, e lo dimostra col brillante assist di tacco che manda in porta Sciacca, e con lo strano ma efficace pallonetto che sorprende Casamento regalando il secondo vantaggio al Severi.
MITOLA 6

bottom of page