top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

CREMONA ZAPPA

 

MALDIFASSI 7
FRONTINO 6,5
BIANCHI 6,5
BRUZZONE 7:
continuità di rendimento davvero invidiabile per il numero 3, che a un'ormai comprovata inossidabilità aggiunge anche un'eleganza che di certo non guasta.
BAGGIO 7
DE ROSA 5,5
MAGGINI 7:
orologio biologico della propria squadra, scandisce alla perfezione i tempi di gioco, catalizzando la maggior parte dei palloni fatti circolare dal Cremona. 
BONATO 7: col passare dei minuti sale in cattedra, collegando al meglio i reparti, e producendosi in alcune discese che spaccano il campo, come quella da cui nasce il gol decisivo di Bonasera.
BARONI 6,5:
la prima frazione di gara è da dominatore assoluto, tra strappi e combinazioni di lusso coi compagni. Una violenta botta al volto lo limita un po' per il resto della partita, in cui abbassa visibilmente il ritmo.
CAPITANI 5,5
DORIGO 5,5

(Subentrati: TARSIA 6,5
VITALE 5
BONASERA 6,5:
nonostante anche il pareggio andasse più che bene al Cremona, firma il gol vittoria che permette ai ragazzi in maglia arancione di chiudere il girone a punteggio pieno senza gol subiti.
POP s.v.)

 

CAMPANIA

DE FRANCESCO 6,5: nonostante il Campania debba obbligatoriamente vincere per qualificarsi, la sua squadra rimane spesso sulla difensiva, costringendolo a metterci più volte una pezza per rinviare l'eliminazione. Non perfetto sul gol subito, ma fino a quel momento aveva tenuto in piedi i suoi.
BOMPNTE 5,5
TOSINI 6
MARCHESI 5
ROSSI 6,5:
mostra personalità nel tentare di giocare praticamente sempre la palla, anche quando si trova sotto pressione, e grandi doti fisiche che lo rendono estremamente difficile da superare.
COGLIATI 5,5: soffre un po' la pressione alta degli avversari, ma è sostanzialmente l'unico playmaker della propria squadra, e la sua sostituzione penalizza molto il Campania nel palleggio.
SANTI 6
RIMINI 6
MORETTI 5
SALVINI 5:
in area di rigore, anche per colpe non sue, è sostanzialmente evanescente, e anche quando prova a venire incontro per dialogare il risultato non cambia più di tanto. Decisamente troppo nervoso.
FERRALORO 5,5: nel tridente d'attacco è il più attivo, ma è fin troppo intermittente per poter lasciare concretamente il segno nel match. Nei minuti finali si crea sostanzialmente da solo una grande occasione per portare i suoi agli ottavi, ma ci pensa Maldifassi a sbarrargli la strada.

(Subentrati: COLOMBO 6)

bottom of page