top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

CARDANO

CABOI 6,5
ITALIANO 7
ORTICONI 6,5
FACCHINI 6,5
VIGHENZI 6,5
PELLEGRINO 6,5
SAVOIA 8:
è il burattinaio della squadra che fin qui ha destato la miglior impressione nell'intero torneo. Non si scompone mai, dote fondamentale per giocare davanti alla difesa, e con il suo sinistro fa sostanzialmente ciò che vuole: ad esempio, mette sulla testa di Riunno il pallone che chiude la Manita, e soprattutto firma il 4-0 con un bolide all'incrocio quasi spaventoso.
RIUNNO 7,5: una doppietta per un centrocampista non è mai cosa scontata, specie se le due reti non sono affatto banali come le sue; soprattutto il primo gol, un piattone potente e preciso da fuori area "à-la Toni Kroos", sblocca il punteggio ed è il segnale per i suoi compagni di scatenare l'inferno.
PERATELLO 7: presenza sempre costante sull'out di sinistra, la sua partita è all'insegna della continuità, e non lo vede mai abbassare il ritmo.
MONTRASI 8,5: onora la maglia numero 10 come meglio non potrebbe, tirando fuori dal cilindro alcuni conigli uno più bello dell'altro. Il mezzo spazio di destra è il suo regno, e da lì disegna veri e propri capolavori come la stupenda punizione del 2-0, e la serpentina conclusa con l'assist per il tris. 
PICCIRILLO 7: meno raffinato del suo compagno di reparto, ma non meno intelligente calcisticamente, non si contano i palloni difesi e smistati alla perfezione da parte sua. Per non farsi mancare niente, infine, trova anche il tempo di unirsi alla festa scartando il delizioso cioccolatino di Montrasi sul 3-0.

(Subentrati: PONTI6
OLCELLI 6,5
LORUSSO 6
FONTANA 6
SANTAMARIA 6
BRICI 5,5)

 

EINSTEIN
 
SHABLAKOV 5,5:
prendere 5 gol sono una punizione troppo severa per qualunque portiere, specie se non si hanno particolari responsabilità su ognuno di essi, se non forse sulla prima rete di Riunno
NICORA M. 5,5: il capitano è uno degli ultimi ad alzare bandiera bianca, ma la sua solidità non può che sgretolarsi di fronte a una squadra apparsa semplicemente fuori scala.
CASO 4,5: a tratti appare semplicemente inerme al cospetto dei funamboli in maglia verde, su tutti Montrasi, che lo svernicia in occasione del gol di Piccirillo.
PALMIERI 5
PECORARO 5
BALZANO 5,5
FERRARI 5
MEUNIER 5
BARBONI 5
VECA 5
SAVATTERI 5,5:
l'unico ad abbozzare un po' di movimenti in attacco prima dell'ingresso di Stella, prova a giocare spalle alla porta e a far salire la squadra, ma alla lunga si eclissa inevitabilmente anche lui.

(Subentrati: STELLA 6: fare bella figura contro un Cardano così pur avendo la febbre, motivo per cui non è partito titolare, da l'esatta dimensione del suo talento. Va vicino al gol della bandiera con una girata al volo da urlo
D'AVINO 5
MIRANDOLA 5)

bottom of page