top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

BERCHET

CAZZOLA 6
ACERBONI 6
NIGRO 6
LANUZZA 6,5:
altra buona prestazione dopo quella all'esordio contro il Severi, amministra una situazione di relativa tranquillità.
CIPRIANI 6,5: come un diesel inizia ad aumentare i giri del motore soltanto col passare dei minuti, in cui acquisisce sempre maggior sicurezza e lucidità, dando manforte a Limiti sul proprio lato.
NICORA T 7,5: un professorino del centrocampo, si riconferma la stella polare del Berchet, creando un'autostrada per il gol di Limiti quando chiunque altro avrebbe a malapena visto un sentiero. Andando a memoria, in tutta la partita commette letteralmente un solo errore.
MAXIA 5,5
ROVESCALA 6,5:
dinamismo e qualità per questa mezzala con caratteristiche principalmente offensive, e a cui non mancano soluzioni tecniche non banali.
MATTIONI 5,5
BARATTOLO 6
LIMITI 7,5:
freddissimo nell'infilzare D'Andrea nell'1vs1, il gol è forse l'elemento meno importante di una prestazione in cui fa sembrare un birillo chiunque gli capiti a tiro.

(Subentrati: SALTARELLA 5
BELTRAMI 6)

  LEONARDO

D'ANDREA 6:
tarda un po' ad uscire in occasione del gol di Limiti, ma si rifà con qualche altro buon intervento, tra cui una paratona su un sinistro velenoso di Nicora.
BASSO 6
BIESSO 5,5
DE FRANCHIS 5
GUERRA 5:
al cospetto dell'imprendibile numero 7 avversario sembra non esserci gara fin da subito, e di fatto così è. Diversi suoi errori lasciano intravedere un timore dilagante che gli impedisce di esprimersi al meglio.
STELLA 5: tocca troppi pochi palloni per fare la differenza in una posizione delicata come la sua, oltre a perdere un pallone sanguinoso che porterà alla decisiva rete del Berchet.
AIELLO 5,5
GITTARDI 5,5
BUCCOLO 6:
la statura non eccezionale non gli impedisce di andare a lottare su tutte le palle alte a sua disposizione, oltre a tentare di farsi vedere tra le linee per dare un po' di ossigeno alle punte. La sua astuzia, esibita in occasione dell'1-1 fantasma su punizione, alla fine non paga.
PALETTI 5,5
BAREGGI 6:
si abbassa molto in cerca di palloni che scarseggiano nei pressi dell'area di rigore, a tal punto da sembrare un vero e proprio esterno a tutta fascia in alcuni frangenti. Punge la retroguardia bianconera con un grande attacco alla profondità, ma era in offside.

(Subentrati: HERATH 5
VILLA 5,5
RAVASINI 6
MERLO 6
MAZZA 5,5
AMATI 5
DIMONOPOLI s.v.)

 

bottom of page