top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

MANZONI

M.CARBONE 6,5
COZZI 6
RANIERI 6,5:
riscatta due partite negative con una prestazione solida, da leader di un reparto che, va detto, fa ancora abbastanza fatica a restare compatto. Segna un gol di rapina che, per la prima volta nel torneo, porta in vantaggio il Manzoni.
CAVICCHIOLI 5,5
SANTAMATO 7:
tornato nel ruolo naturale di terzino sinistro, in cui può scatenare più facilmente le proprie doti in progressione partendo da lontano, è sempre un fattore di pericolosità in appoggio alla fase offensiva.
FUMAGALLI 6,5: pur non spiccando per tasso tecnico, svolge un lavoro oscuro estremamente encomiabile, ed è molto bravo a far ripartire l'azione.
PIZZOLI 6
L.CARBONE 6,5
GALLIZZIA 7,5:
non dà punti di riferimento agli avversari, e rimane perennemente nel vivo del gioco con grande continuità, sfoderando alcune giocate d'alta scuola come un gol di tacco appena sfiorato che avrebbe mandato in delirio la platea.
PALICI 6
VIVALDI s.v.

(Subentrati: VECCHI 7,5: deus ex machina di una squadra che aveva il disperato bisogno delle sue invenzioni, mette lo zampino sul primo gol, e tira fuori dal cilindro il secondo, con una botta non angolatissima ma estremamente potente. Nel mezzo, tante finezze per gli amanti del bel calcio.)
 

PASOLINI

LAZZARIN 5: la prestazione del Pasolini in blocco è stata tutt'altro che convincente, ma sui due gol del Manzoni poteva disimpegnarsi meglio; soprattutto sul primo, il tiro di Vecchi non era certo irresistibile, e la sua respinta sui piedi di Ranieri grida decisamente vendetta.
BRUSONI 6: mostra buone doti fisiche, anche se la partita estremamente difensiva della sua squadra gli impedisce di farsi vedere più di tanto in fase di spinta. Se la cava discretamente in difesa.
FARAG 5
ROSINI 6
ZUMPANO 5,5
ABOUEL 5
ABDELNASER 4,5:
pomeriggio da dimenticare per lui, che non riesce nè a fare efficacemente filtro, nè a rendersi utile in costruzione. Chiude con un rosso diretto per un'entrataccia su Santamato.
BRAMBILLA 5,5
ZAPPALA' 6:
impiegato per l'occasione come esterno destro, non lascia il segno come gli era riuscito contro il Carducci, pur chiudendo il match con un alto chilometraggio.
MARIOLI 6,5: a lungo inoperoso, forse non molto a suo agio come prima punta dopo che all'esordio era stato schierato come trequartista, ha però il merito di procurarsi il rigore del momentaneo pareggio, e di realizzarlo, illudendo i suoi di riuscire a sfangarla nonostante una prova alquanto rivedibile.
BOUZID s.v.

(Subentrati: PICI 5,5
ARDEMAGNI 5,5)

bottom of page