top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

CARDANO

CABOI 5,5
ITALIANO 7:
incaricato di detonare il potenziale esplosivo dello spauracchio Cheick, esce dal duello coi pugni alzati del vincitore, non concedendo mai nulla all'avversario, sacrificando un po' la fase offensiva per non farsi mai trovare impreparato dietro.
ORTICONI 5,5
LORUSSO 6
VIGHENZI 6,5
RIUNNO 7
SAVOIA 7,5:
gli basta appena un tempo per lasciare il segno sulla partita, con due assist e tanto fosforo. La sua assenza nella ripresa, unita ad altri fattori, si è indubbiamente fatta sentire.
PELLEGRINO 8: apre le danze all'alba del match, e le chiude dopo che nel mezzo era successo praticamente di tutto. Nel momento di maggior difficoltà, è tra i pochi a tentare delle iniziative coraggiose, e torna a casa con lo scalpo del Marconi tra le mani: 2 gol e 1 assist, tra cui il macigno del 3-2 a un passo dalla lotteria dei rigori. Clutch.
MONTRASI 7: nonostante sia ben lontano dalla sua miglior versione, riesce ugualmente a rendersi discretamente pericoloso. Trova un gol liberatorio a tempo scaduto, al termine di un match che si stava facendo abbastanza frustrante per lui.
PERATELLO 6,5
PICCIRILLO 7:
puntuale come un orologio svizzero sotto porta, si scrolla di dosso Bandello con una facilità irrisoria, per poi scaraventare alle spalle di Spina il suo 6° gol in appena 4 partite. È di fatto il primo difensore dei suoi, grazie al grande contributo che offre senza palla.

(Subentrati: PONTI 6
BRICI s.v.
OLCELLI 6,5
FONTANA s.v.)

 

MARCONI

SPINA 7: classe DUEMILANOVE, non si fa minimamente intimorire dalla maggior esperienza e malizia degli avversari, tenendo a galla il Marconi nel primo tempo, e senza avere praticamente alcuna responsabilità su tutti e 4 i gol incassati. Si esalta in particolar modo sui calci di punizione al veleno di Montrasi.
BANDELLO L. 5,5
BIELLI 6
TERRONE 5,5
BARERA 6,5:
nettamente il più in difficoltà dei bianconeri nel primo tempo, si riassesta psicologicamente nel secondo, e trova il clamoroso gol del pareggio su punizione (con la complicità di un Caboi non impeccabile).
LA ROSA 7: in una prima frazione avara di spunti interessanti da parte del Marconi, è tra i pochissimi a dare l'impressione di poter risalire la corrente. Il gol che avvia la temporanea rimonta è figlio di una sua grande invenzione, e per poco non firma il 3-2 che avrebbe mandato i suoi in paradiso.
TOTARO 5,5
BIANCHINI 7:
stesso discorso fatto per La Rosa, tappa falle qua e là, e si proietta in avanti ogni volta che può, infilando a porta sguarnita il primo gol dei suoi. Un premio meritato per quanto fatto vedere fino a quel momento.
DOPINTO 5,5
CORDERA 6:
principale punto di riferimento offensivo del Marconi, tocca una quantità industriale di palloni, non gestendoli però tutti al meglio. Impiega spesso un tempo di gioco in più rispetto al dovuto, peccando un po' di egoismo in alcuni frangenti.
CHEICK 5,5: per la prima volta parte titolare, trovandosi però a fronteggiare un Italiano attentissimo, sempre coadiuvato da Orticoni in seconda battuta. Non riesce a far valere la propria superiorità atletica nell'1vs1, non venendo neanche armato al meglio dai compagni.

(Subentrati: DIENG 5,5
BANDELLO A. 5,5
LOMBARDO 6)

bottom of page