top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

MANZONI

M.CARBONE 4,5: in avvio di gara sembra sotto shock, come il resto della propria squadra, e regala un gol a D'Amato dopo aver goffamente tentato di dribblarlo. Non contento, poco dopo frana rovinosamente addosso a Pavesi, che su rigore chiude di fatto la partita dopo nemmeno 10 minuti. Tutt'altro che impeccabile anche sul tiro preciso ma non potentissimo di Fadoudi.
SCARANTINO 5,5
AIMERITO 5,5
RANIERI 5:
ha grosse responsabilità nell'azione del vantaggio-lampo avversario, e da lì in poi, con un match trasformatosi fin da subito in un Everest da scalare, fa molta fatica a riprendersi.
CAVICCHIOLI 5
DI VALENTIN 5
PIZZOLI 5,5
GALLIZIA 5
VIVALDI 5,5:
fa intravedere qualche spunto a livello qualitativo, ma forse gli manca ancora un po' di consistenza per risultare veramente decisivo.
SANTAMATO 6: impiegato fin da subito come esterno alto, dà quantomeno l'idea di volersi ribellare al naufragio generale del Manzoni, provando ad associarsi con Carbone (che lo mette da solo davanti al portiere, a cui tira praticamente in bocca), e tentando qualche sgasata. Si procura il primo dei due rigori concessi ai suoi.
L.CARBONE 7: un vero peccato che sia sbocciato proprio quando non ha più una squadra in grado di sorreggerne l'immensa classe. Si riconferma uno dei numeri 9 più stilosi dell'intero torneo, e la doppietta dagli 11 metri è il giusto premio per una prestazione da One Man Army.

(Subentrati: PALICI 6
FUMAGALLI 6
COZZI 5,5)

 

CATTANEO 

LEMBO 6,5
SEFERI 6
CASTELLANI 7:
imperioso e prepotente (in senso buono) negli interventi, fa valere un dominio fisico che tra i 22 in campo non ha eguali.
OLIVIERI 6
MOLINARI 6
COSMAI 6,5
DELEDDA 7
BASSANI 7
D'AMATO 7:
realizza un gol di pura caparbietà e cinismo, e non cala di concentrazione e presenza nel match neanche a giochi ormai fatti.
PAVESI 7,5: in una grande prestazione collettiva del Cattaneo premiamo soprattutto lui, il cui zampino nelle trame offensive bianconere non manca praticamente mai. Mette a referto un gol su rigore, un assist splendido per un gol di Deledda annullato al var, e avvia l'azione per la quarta rete di Fadoudi.
BARONCHELLI 7: i gol non si contano, si pesano, e quello che Baronchelli mette a segno dopo un minuto scarso, con tanto di dribbling sul portiere, ha un peso specifico davvero grosso. Le sue migliori armi sono indubbiamente queste 2: la velocità e la cazzimma.

(Subentrati: SPEZZACATENA 6
FADOUDI 7:
può essere un potenziale asso nella manica da giocarsi a partita in corso, vedendo la cattiveria con cui è entrato. Mette a segno il quarto gol al termine di una grande azione personale, per poi continuare a mettere a ferro e fuoco la difesa granata con la propria freschezza fisica.
MESSINA s.v.
DEGRADA s.v.)

bottom of page