top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

FELTRINELLI

MAIRA 7: il torneo si prepara a salutare uno dei suoi portieri migliori per reattività e prontezza. Incolpevole sul gol incassato, da segnalare piuttosto alcuni grandi riflessi e la grande disinvoltura nel gioco con i piedi.
BONI 6,5
MELE 6:
autore di alcune ottime letture, purtroppo per lui il calcio è fatto anche di episodi, e in occasione del gol del Campania non riesce a spazzare l'area, apparecchiando il pallone per uno spietato Ferraloro.
SPECCHIO 7: "difensore" solo in teoria, vede calcio a tutto campo, ed ispira i due gol annullati allo sfortunato Cordova, il secondo al termine di un'azione personale da urlo. 
FACCHINI 6
PAVESI 5,5
LEIVA 7:
un gran peccato che non abbia giocato anche le prime due partite, poiché disputa davvero un gran match. I piedi sono più che buoni, e abbinati a un'attitudine da pitbull gli fanno reggere quasi da solo il peso del centrocampo del Feltrinelli.
MAREY 5
TESTINI 6
CORDOVA 6,5:
il VAR gli strozza per due volte in gola un urlo di gioia che sarebbe stato anche più che meritato. Escludendo gli episodi da moviola (che nel primo caso ci priva di un gol molto bello da fuori area), si danna l'anima per arricchire la fase offensiva della propria squadra.
SHALABY 5,5

(Subentrati: RUSSO 5,5
ARPAIA 6
MANFREDI 6
NAGDY s.v.)

 

CAMPANIA

SERRI 4,5:
la papera con cui obbliga il Campania a inseguire fin dal primo minuto è una doccia fredda potenzialmente letale per i suoi compagni, che fortunatamente per lui riescono a risalire la corrente.
BIMONTE 5,5
ROSSI 6,5
TOSINI 6
MARCHESI 5:
si innervosisce troppo facilmente, e per un difensore non c'è cosa peggiore del perdere lucidità. Le sue lunghe leve vanno spesso in grossa difficoltà contro i più rapidi avversari.
RIMINI 6
SANTI 6,5:
bravo a dare verticalità alla manovra della propria squadra, innescando in campo aperto le discese di Ferraloro e Moretti.
COLOMBO 5,5 
FERRALORO 7:
con lui in campo è decisamente tutta un'altra storia, e la sua classe cristallina lì davanti fa tutta la differenza del mondo in una squadra altresì abbastanza povera di grandi colpi. Bravissimo a destreggiarsi in area e a colpire alla prima vera occasione avuta sui piedi. 
MORETTI 6,5: a mancargli non è certo il talento, che è più che evidente, ma un pizzico di concretezza e cattiveria in più. Ciò non gli impedisce di disputare una bella partita. 
SALVINI 6

(Subentrati: RONCHETTI 5,5
COGLIATI 6)

bottom of page