top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

MORESCHI

YEMANE 5,5
ARBITRIO 6
LOPANE 6,5:
l'inferiorità numerica nel secondo tempo sottopone il Moreschi a lunghi momenti di apnea, ben sbrogliati dalla coppia centrale dei biancorosa, in primis da Lopane.
GHIACCI 6,5
MAENZA 5,5
PRODOMI 5,5
MAULLO 7:
continua a confermarsi tra i più affidabili di una formazione giunta in semifinale per il secondo anno consecutivo. Le sue verticalizzazioni alimentano a getto continuo il tridente d'attacco, e il rigore con cui sigla il 2-0 non potrebbe essere più preciso di così.
PETROSINO 6,5: non sarà il più appariscente della compagnia, ma riempie la propria partita di giocate utili e preziose, pur agendo in un ruolo per lui inusuale come quello di mezzala.
MERLO 6,5: l'avvio di gara è segnato soprattutto dai suoi strappi sulla destra, dove si svolge un duello di grande intensità con Landolina. Ha il merito di propiziare il primo gol del Moreschi mettendo in mezzo un pallone sporco prontamente deviato in porta da Treccozzi.
TRECCOZZI 8: a fine partita rinnova la sfida a distanza con Piccirillo dopo averlo già fatto abbondantemente in campo. Seppur meno coinvolto nel gioco del solito, gli bastano due guizzi per volare a quota 7 nella classifica marcatori; il primo è un manifesto di cinismo, il secondo è il miglior omaggio possibile a Robben. 
GUARNIERI 5,5

(Subentrati: LUTEA 6,5
MIRANDA 6
MINOLA 6
ZARAMELLA 6
CIACIULLI 5,5
SHAMNI 5
LOSCO s.v.
MARIANI s.v.)

 

DONATELLI
PASCAL


DANESE 5,5: sulla sua partita pesa probabilmente l'errore nelle battute iniziali, in cui ritarda l'uscita sul cross di Merlo facendosi freddare col silenziatore da Treccozzi.
CASETTO 6
TARQUINI 5,5:
lo stesso discorso fatto per Danese vale un po' anche per lui, che si fa sfilare alle spalle il numero 10 del Moreschi. In alcune situazioni risulta un po' macchinoso, pur effettuando qualche chiusura non banale, come la scivolata disperata che blocca lo scatenato Treccozzi lanciato in contropiede.
SANTORO 6,5: a tratti sembra avere un magnete per le palle alte, stroncando sul nascere molte potenziali ripartenze senza mai tirarsi indietro.
LANDOLINA 5,5
MILITELLO 6
CIOFFI 5,5
LASERRA 5,5
SALUZZI 7,5:
vederlo giocare porta a trarre un'inevitabile conclusione: è lui il sole attorno a cui ruotano tutti gli altri pianeti del Donatelli. Chiude il torneo con l'ennesima prova commovente, arricchita da due gol su rigore (di cui uno con lo scavetto), ma lo 0-2 incassato in meno di mezz'ora era diventato una parete troppo ripida da scalare. 
LIGUORI 6,5: riceve spesso spalle alla porta senza che gli vengano date molte possibilità di girarsi. La sua presenza sulla fascia sinistra è però un fattore da non sottovalutare, tant'è che l'azione che porta al primo dei due rigori concessi al Donatelli è figlia di una sua discesa.
GIORGIO 5,5

(Subentrati: SALOMONE 6
PLATANIA 6
MAESTRI s.v.
PRINCIVALLE s.v.)

bottom of page