top of page
sfondoTavola disegno 1 copia 3-100.jpg

PAGELLE 

VITTORIO VENETO

FARANDA5,5
MOIRAGHI 5,5
G.GUASTONE 4,5:
lo sbandamento a freddo che spalanca le porte del vantaggio a Scotti ne condiziona l'intera partita, costellata di errori insoliti per uno come lui.
CORICELLI 5
RIMINI 5:
commette troppe sbavature dal punto di vista tecnico, oltre a non offrire sufficiente copertura sul lato forte del Vittorini.
T.GUASTONE 5
CEVA 6:
su una barca che affonda sempre più rapidamente è tra i pochissimi a tentare di restare a galla, trovando anche alcune giocate interessanti.
GENCARELLI 5
NEBBIOSO 5
DE DOMINICIS 5,5:
si danna l'anima per difendere i pochi palloni puliti che riceve spalle alla porta, ma può ben poco di fronte a un muro straordinariamente coeso ed organizzato.
ALAGNA 5,5

(Subentrati: MERCURI 6: entrato in condizioni fisiche precarie quando il match è già abbondantemente indirizzato a favore dei biancorossi, offre gli ultimi scampoli di classe in un torneo che lo ha a lungo visto protagonista.
DE FINO 5,5
CIKALLESHI 5,5
COCCHIA 5,5
GAJANI 5,5)

 

VITTORINI

RADICE 6
PESCETTO 6,5
PIRRI 7:
la sua prestazione individuale è lo specchio della grande preparazione difensiva del Vittorini. Risulta sempre impeccabile sia quando deve accorciare, accettandone sempre i rischi, che quando deve temporeggiare. 
ZANINI 6,5
Fra.BELLANDI 7
CAPPELLO 6,5
Fed. BELLANDI 7,5:
direttore d'orchestra di un centrocampo perfettamente assemblato, non ha problemi a mettersi in trincea per sporcarsi le mani. Tuttavia ci tiene anche a far divertire il pubblico, e arricchisce il match con diversi tocchi di fino.
STRAZZERA 7,5: da mezzala sinistra si abbassa molto, dedicandosi quasi unicamente alla fase di interdizione. Certe giocate in fase di tamponamento strapperebbero gli applausi di Casemiro, ed anche nell'impostazione non perde mai la pulizia necessaria.
PERONACI 7: si riconferma l'uomo di maggior classe della propria squadra, e dopo aver messo in ghiaccio la partita con una gran rasoiata sul primo palo, si dedica al meglio all'opera di raccordo tra i reparti.
ROBUSTELLI 6
SCOTTI 7:
sembra in palla fin da subito, firmando un gol che ogni numero 9 dovrebbe ambire a segnare, per il cinismo con cui sfrutta l'errore di Guastone e l'eleganza con cui scavalca Faranda. Più che positivo anche in non possesso.

(Subentrati: SCAPATICCI 6
GABOARDI 6
BARTOLI s.v.
CHON s.v.
TERRINIs.v.
DAGRADI s.v.
BOELLA s.v.)

bottom of page